ZOMBI ASS: TOILET OF THE DEAD

t24lurxltbxxxxxxxx_226670941Titolo originale: Zonbi Asu
Traduzione titolo: Culo Zombi
Anno: 2011
Regia: Noboru Iguchi
Sceneggiatura: Noboru IguchiAo MurataJun Tsugita
Cast: Arisa Nakamura, Mayu Sugano, Asana Mamor


Violenza:

Sesso:


Trama:
Un gruppo di giovani si ritrova nel bel mezzo di un bosco, lontano dalla civiltà e da qualsiasi segnale telefonico. Una parte di loro si dedica a cercare “parassiti” lungo il fiume. Tra di loro c’è Megumi (Arisa Nakamura), una ragazza risoluta (vestita perennemente da scolaretta) che si porta dietro il senso di colpa per non aver salvato sua sorella minore dal suicidio. I suoi compagni sono tutti bizzarri oppure inutili. Dopo un rocambolesco incontro con dei morti viventi cosparsi di feci, il gruppetto si mette in salvo fino ad incontrare uno strano professore in camice bianco.

CLICCA SUL VIDEO PER GUARDARE IL FILM COMPLETO

AUDIO:  SUB: 

GALLERY:

Recensione film:
Zombi Ass
è un film che non ha bisogno di recensioni. E’ un film che va visto. Anzi, non importa neanche vederlo. Basta il titolo. Zombi Ass è a pieno titolo uno degli episodi di punta della new wave horror/gore/umoristica esplosa in Giappone agli inizi del millennio dopo il successo di Tokyo Gore Police. Dal canto suo, Noboru Iguchi capisce che il binomio umorismo e sangue a fiotti, conditi con salsa di soia, sono qualcosa per cui il pubblico impazzisce (e qui ci va giù pesante con gag a base di culi, feci, tette, scoregge e tutto il repertorio). Lo impara già un paio di anni prima con i suoi due successi The Machine Girl prima e RoboGeisha poi, due pellicole che ottengono un inaspettato riscontro internazionale soprattutto grazie alla diffusione via internet. In Zombi Ass Iguchi rivisita il tema zombi in “fase fecale”, abbondando con flatulenze pestifere e cumuli di sterco molliccio a volte tirato addosso ai poveri protagonisti, o meglio, alle povere vittime che sono costrette ad esibirsi nelle morti più ridicole (si parla principalmente di umiliazioni anali). La protagonista è interpretata da Arisa Nakamura, costretta a recitare il ruolo più imbarazzante di tutti poichè i suoi dialoghi vengono di tanto in tanto inondati da fasi piene di mielosità e buoni sentimenti, elementi che la rendono decisamente inopportuna e fuori luogo, in contrasto con la totale demenza dell’ intero film. Ancora più imbarazzante del quattrocchi con l’ orrenda parrucca anni ’60 che non fa altro che frignare e dello zombi femmina interpretato dalla mia adorata Asami, che spunta sempre come il prezzemolo in questo tipo di film. Se cercate un film da far vedere agli amici per dimostrare quanto i giapponesi possano essere meravigliosamente fuori di testa, eccovi accontentati, scegliete Zombi Ass: Toilet of the Dead!


Curiosità:
1) L’ attrice Asana Mamoru ha dovuto sforzarsi di controllare i suoi muscoli addominali per non defecare realmente su un attore zombi (per poco non gli cagava addosso insomma), alcuni dei peti che si sentono nel film sono suoi peti reali. L’ attrice ha contribuito ad un maggior realismo delle scene essendo effettivamente affetta da diarrea durante le riprese.
2) [spoiler] Il parassita all’ interno della bocca del pesce non è altro che un grumo di spaghetti.


Home video:
 Tokyo Shock (dvd)
Reperibilità: eeeeee


Consigliato a:
 chi si diverte con poco, affezionati di Andreas Schaas delusi dai suoi ultimi film
Sconsigliato a: chi ha la puzza sotto al naso (qua di puzza ce n’è anche troppa)

Lascia un commento